Forums Triplo Negativo Alimentazione

Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 15 totali)
  • Autore
    Risposte
  • #9622
    Francesca
    Partecipante

    Salve a tutte. Nell’aprile 2020 sono stata operata per un triplo negativo molto aggressivo di 1,2 cm. Pet negativa e linfonodi liberi da metastasi. Ho fatto quattro rosse e 12 bianche più le radio. Ora sto bene ma sono in ansia per i controlli che presto farò. Le analisi fatte a gennaio erano abbastanza a posto ma i globuli bianchi ed in particolare i neutrofili erano ancora bassi. È normale? Inoltre il seno operato è spesso dolente. Volevo chiedere se qualcuna di voi segue un regime alimentare particolare perché in merito ho sentito pareri diversi. Ciao a tutte Francesca

    #9627
    aster
    Partecipante

    Ciao Francesca, ti dirò che sono molto scettica in merito al dibattito su cancro e alimentazione, anche perché ho già letto tutto ed il contrario di tutto. Penso che una dieta varia e povera di grassi animali, cibi fritti o elaborati sia salutare per tutti, non solamente per chi è malato oncologico o lo è stato.
    In merito alla leucopenia che lamenti non saprei dire, sarebbe un discorso da approfondire con gli oncologi.
    Per concludere sull’alimentazione non so se ci hai già fatto caso ma troverai una sezione apposita nel forum con parecchie discussioni aperte nel tempo.
    Un caro saluto e un abbraccio

    #9630
    silviach
    Partecipante

    ciao Francesca, ti posso dire che a 5 anni dall’intervento e dalla chemio ho ancora i linfociti e i monociti leggermente fuori dai limiti ma in regolare miglioramento. Non so se torneranno normali ma semai ci vorrà ancora un po’ di tempo. Per l’alimentazione seguo SmartFood IEO https://smartfood.ieo.it/ che è basato su dati scientifici. Hanno anche pubblicato un paio di libri.

    #9634
    Francesca
    Partecipante

    Grazie mille. Il vostro aiuto è molto prezioso

    #9635
    aster
    Partecipante

    Molto interessante il link smartfood IEO. Grazie

    #9636
    Francesca
    Partecipante

    Andrò senz’altro a vedere nel link dello IEO. Anch’io ho sentito di tutto in merito e sono andata in paranoia. Ho perennemente appetito ma, per paura, mangio “coi denti alti” così non riesco a metter su peso (prima dell’intervento pesavo 53 kg, ora 46, decisamente troppo poco). Ho sempre mangiato sano: poca carne, prodotti del mio orto o comunque possibilmente a km zero, pochi dolci. Devo assolutamente risolvere questa paura e trovare un corretto equilibrio. Grazie ancora, non mi par par vero potermi confrontare con chi mi può capire

    #9637
    beba2010
    Moderatore

    ciao Francesca, benvenuta.
    le paranoie, per noi, sono la cosa peggiore: ne abbiamo già tante da gestire per malattia e controlli, che non è il caso di esagerare. io (sono in malattia avanzata da vari anni) credo più alla dieta variata e sana (anche con qualche capriccio, che mi rende momentaneamente felice, e ogni tanto me lo merito proprio) che a limitazioni alimentari che affliggono lo spirito e rischiano di indebolire il corpo. un abbraccio

    #9638
    aster
    Partecipante

    Ciao Francesca, se ti consola anche io sono sempre stata molto magra e lo sono anche adesso. Dell’alimentazione ho anche parlato con la mia oncologa, che sostiene che tutti, non solo noi dovremmo cercare di mangiare in modo sano. Quindi dieta varia e soprattutto tanta frutta e verdura, ma senza demonizzare alcun cibo se assunto con moderazione.
    Senza dimenticare il lato del buon umore che serve durante le terapie e che una dieta che stravolge le abitudini può portare via.
    Anche noi abbiamo l’orto in campagna e cerchiamo di mangiare a km zero e bio ma questo non ci ha preservate dalla malattia… quindi pur dando grande importanza a quello che mangiamo facciamo che non diventi un’ossessione 😃

    #9641
    Francesca
    Partecipante

    Non finirò mai di ringraziarvi. Avete detto cose molto sensate che penso anch’io ma che avevo bisogno di sentirmi dire da chi ha vissuto o sta vivendo questa malattia.

    #9768
    Francesca
    Partecipante

    Salve a tutte. Rieccomi qui per condividere con voi la mia situazione. Sono in attesa dei prossimi controlli a sei mesi dalla fine delle chemio. Avevvo appuntamento per la mammografia e l’ecografia per il 6 aprile ma me l’hanno posticipato causa covid presumo, al 21. Io però, in ansia per un noduletto che sento all’ascella destra ) io sono stata operata a sinistra) oggi ho fatto un’ecografia privatamente. Il medico mi ha detto che non vi è nulla di cui preoccuparsi. Il noduletto è un linfonodo reattivo, ma nulla che desti sospetti, mentre a destra, sotto la cicatrice c’è una cisti di tre mm, anche questa, a suo dire tranquilla. Io invece tranquilla non lo sono per niente. Volevo chiedere se anche a qualcuna di voi è capitato qualcosa del genere. Un abbraccio a tutte

    #9775
    silviach
    Partecipante

    Francesca, mi sono capitate tutt’e due le cose. Quest’anno al controllo di febbraio è stato trovato un ‘millimetrico nodulo ipoecogeno (3-4 mm)’ sotto la cicatrice della mastectomia, poi risultato ‘materiale amorfo compatibile a liponecrosi’ alla biopsia. Quindi niente di preoccupante.
    A luglio 2019 all’ecografia era stato riscontrato un ‘linfonodo ovalare di 3mm, con ilo decentrato, di aspetto compatibile con la reattività’. Al controllo 6 mesi dopo era rimasto uguale e quindi non preoccupante.
    Vedrai che andrà tutto bene anche a te !

    #9778
    Bina6
    Partecipante

    Ciao Francesca,
    sono sicura che non sarà nulla di che, anche se capisco benissimo la tua ansia.
    Sul cibo appoggio in pieno quanto ti hanno già scritto: lo sforzo più grande per me è stato smettere di fumare.
    Non che fossi una ciminiera, diciamo 7/8 sigarette al giorno, ma mi piaceva fumare e non è stato facile.
    Per il resto evito soprattutto gli insaccati e cerco di limitare dolci e cioccolata, che adoro, anche se mi concedo spesso
    delle piccole deroghe.
    Quando ho finito le cure (chemio, poi radio dopo operazione), mi sono sentita terribilmente “scoperta”:
    non avevo nulla a cui potermi appoggiare anche solo da un punto di vista psicologico (anche io triplo negativa quindi nessuna terapia di mantenimento), così mi sono rivolta ad un oncologo esperto di terapie integrate per farmi seguire nella dieta e con degli integratori. Sono perfettamente conscia – e l’ho premesso – che questa scelta è stata dettata soprattutto dal bisogno psicologico di sentirmi “protetta” e in qualche modo di avere l’impressione (fugace e intermittente, rispetto ad un costante scetticismo), di poter controllare di nuovo il mio corpo, la mia vita.
    Ho pensato di condividere con te questa riflessione: torno a dire che non mi illudo che un integratore faccia miracoli, ma questa cosa mi ha aiutato a farmi sentire meglio.
    Un abbraccio e facci sapere.

    #9785
    Francesca
    Partecipante

    Grazie alle triplette che sono venute in mio aiuto per tranquillizzarmi e darmi coraggio. ne avevo proprio bisogno. Buona Pasqua a tutte!

    #9817
    Francesca
    Partecipante

    Chiedo a Silviah se il noduletto millimetrico le è stato asportato o se hanno fatto un agoaspirato. Io, non tranquilla, anziché aspettare l’appuntamento del 21 per la mammografia e l’ecografia, ho mandato il risultato della eco fatta privatamente, al mio oncologo. Per scrupolo mi ha fissato entrambi gli esami(mammografi ed ecografia) per dopodomani al CRO di Aviano dove mi avevano operata. Incrocio le dita

    #9818
    silviach
    Partecipante

    Mi hanno fatto un ago aspirato. E’ grasso quindi non è da togliere. Non farti troppe ansie🎈🎈🎈🎈🎈🎈🎈

Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 15 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.