Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
La mia mamma
#1
Buonasera a tutte/i, ho letto molte delle vostre sotrie ed in esse ho ritrovato alcune delle situazioni che ho vissuto io ed ha vissuto la mia mmamma e le nostre preoccupazioni. Lei ha avuto un tumore al seno 14 anni fa, poi piu nulla fino a 3-4 annifa quando ad un controllo hanno trovato metastasi ossee. Le varie cure hanno funzionato a periodi alterni, ora però dopo esami del sangue con valori di globui bianchi bassi e pcr alta sono preoccupat. 3-4 giorni di ricovero in ospedale per una trasfusione e per monitorare questa pcr mi hanno fatto preoccupare tantissimo ed ora temo un'avanzata della malattia inesorabile senza una possibile soluzione Non so se esistono ancora terapie possibili o se siano dei palliativi e questo mi mette ansia continua e vivo una situazione di preoccupazione costante (ovviamente non sto a raccontarvi il suo stato d'animo che è praticamnte sottoterra). Forse qulcumo di voi ha avuto situazioni simili e può "tranquillizzarmi" o provare a riportarmi/riportarci sulla strada della ragione. Scusatemi se vi ho raccontato le mie ansie e le mie paure, ma penso solo voi possiate capire cosa si vive. Spero davvero mi rispondiate, grazie Smile
Cita messaggio
#2
Onestamente la pcr non sapevo fosse indice di avanzamento della malattia oncologica.
I marker come sono?
Cita messaggio
#3
Avete parlato con i medici, vi hanno detto che cosa stanno monitorando?

Potrebbe essere qualcosa di meno grave
Cita messaggio
#4
Marker salgono e scendono...i medici monitorano parametri del sangue e aspettano PET. Ma non capisco come mai in un mese la situazione sia così peggiorata
Cita messaggio
#5
Ciao bobo,
capisco benissimo la tua ansia.
Sono stata ammalata io, poi qualche anno fa anche la mia mamma, quindi comprendo la tua preoccupazione.
Non so darti consigli in merito alla vostra situazione, penso si debba attendere l’esito della pet e cercare comunque di parlare con il suo curante.

Più che altro volevo esprimerti vicinanza e affetto
In bocca al lupo di vero cuore ❤️
Cita messaggio
#6
Ciao,
Benvenuto, un forte abbraccio a te e alla tua mamma..chiedi chiaramente ai medici che cosa stanno valutando di fare...vedrai che riusciranno a trovare una terapia adeguata all'esigenza  della tua mamma.Ti sono vicina e.. forza...devi trasmetterle ottimismo!!!
Cita messaggio
#7
Ciao bobo. Noi ovviamente non siamo medici, possiamo solo rincuorarti e raccontarti delle nostre terapie. Per questo, per aiutarti, ti chiedo se ci dai qualche dettaglio sui farmaci per cui tua mamma è già passata. Magari così possiamo raccontarti qualcosa in più. Abbracci
Le nuvole non possono annientare il sole
Cita messaggio
#8
Ciao Beba, scusa se i nomi non sono giusti ma non sono molto ferrato sulle medicine. Comunque inizialmente (dopo la scoperta delle metastasi ossee) faslodex, fulvestrand, tramite iniezioni settimanali/mensili; poi ha cambiat quando non funzionavano più e ha iniziato con altri farmaci credo sempre ormonali ma tramite pastiglie giornaliere. Purtroppo hanno funzionato solo per 6-7-mesi ed ora la PET ha evienziato peggiormento della malattia a livello osseo e in parte epatico, quindi dovrà iniziare con chemioterapici in vena (simili a quelli che aveva fatto anni fa dopo l'operazione). Non conosco il nome perchè inizierà la prossima settimana; voi avete esperienza di terapie di questo tipo? Le hanno detto che saranno settimanali, ma dite che funzionano e ci sono speranze di interromperle poi o alleggerirle oppure no?
Cita messaggio
#9
Perdona la franchezza, ma è per darti una buona notizia. Praticamente ha fatto solo due ormonali, il faslodex e forse o aromasin o femara. Ci sono moltissime terapie a disposizione. Gli stessi chemioterapici in vena possono essere più leggeri di quelli che aveva affrontato anni fa. Ci sono moltissime opzioni, e anche farmaci più blandi che potranno essere assunti dopo la fase di “pulizia”. Dov’è in cura la mamma?
Le nuvole non possono annientare il sole
Cita messaggio
#10
Ciao Beba, la mamma è in cura allo IEO. Da quanto so, e ho visto sono veramente molto bravi, ma sai...sono purtroppo pessimista di natura. Magari sbaglio ma associo le terapie chemioterapiche in vena a quelle più forti. Tu puoi darmi quache notizia più "tranquillizzante", sono terapie che si fanno anche per periodi brevi?
Onestamente non so più cosa pensare, vedo smepre negativo. Il medico dice che ci sono "armi" da utilizzare per combatterlo ma dopo il fallimento delle terapie precedenti la mia fiducia continua a diminuire...
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)